BOLOGNA, 17 SETT. – E’ stata una studentessa a segnalare un furgone Ducati bianco dal quale fuoriusciva del liquido che emanava cattivo odore, in via Vezza (zona San Donato). I vigili del fuoco hanno trovato ieri mattina, in quel furgone, un cadavere ormai in via di decomposizione.

Probabilmente morto già da una decina di giorni, il cadavere non presenta segni di violenza o ferite e sono ancora sconosciute le cause del decesso. L’identità dell’uomo è ignota ma il mezzo di trasporto è intestato ad un quarantenne residente a Bologna di origini sarde. La ragazza ha dichiarato che il furgone era parcheggiato in via Vezza fin dai primi giorni di settembre.

Si attendono ulteriori notizie dall’ autopsia che verrà effettuata nei prossimi giorni.

Ilaria de Lillo