BOLOGNA, 13 SET. – Ancora un’aggressione nei pressi della discoteca Kindergarten, in zona fiera, vicino via Stalingrado, la terza in sei mesi. Un gruppo di maghrebini ha, prima bloccato, poi derubato, un bolognese di 19 anni. Il tentativo di difesa del giovane ha trasformato la rapina in una violenta aggressione. Colpito al volto da pugni e bottigliate sarà poi medicato al pronto soccorso del Maggiore di Bologna. Proprio qui riconoscerà uno dei suoi aggressori, steso in barella in attesa di cure.

La polizia, avvisata della rissa alle due di notte da una guardia giurata, grazie al fortuito riconoscimento, è risalita all’intero gruppo di maghrebini. Quattro gli arresti per tentata rapina, accusa di simulazione per l’immigrato ferito nella rissa. L’uomo avrebbe cercato di difendersi sostenendo di essere stato rapinato e picchiato alla Bolognina.

Il presidente Arci, Stefano Brugnara, per evitare il reiterarsi di simili episodi di violenza, ha chiesto alle forze dell’ordine di intensificare i servizi di prevenzione.

Cristina Reggini