BOLOGNA, 9 SETT. – Un caso di chikungunya, malattia endemica caratteristica delle aree tropicali, e’ stata segnalata a Bologna ieri sera. Il dipartimento di sanità pubblica ha fatto analizzare un campione di sangue al laboratorio di riferimento regionale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, Policlinico S.Orsola-Malpighi, da cui ha avuto la conferma poche ore dopo che un cittadino bolognese, di ritorno dal Sud-est asiatico, ha contratto la malattia trasmessa da una puntura di zanzara infetta.

Fino a sabato l’area circostante alla casa della persona colpita, via Molinelli e buona parte del Quartiere Santo Stefano, sarà sottoposta ad interventi di disinfestazione seguendo uno specifico protocollo della Regione.

Per prevenire l’insorgenza di eventuali sides secondari occorre – informa ancora il Comune – proteggersi dalle punture di zanzara tigre utilizzando repellenti epidermici e prodotti che allontanano le zanzare (zampironi e piastrine).

La Chikungunya e’ una malattia infettiva che normalmente ha un decorso benigno con una fase acuta che dura circa una settimana, mentre possono rimanere dolori articolari per alcuni mesi. La terapia e’ di tipo sintomatico.

Redazione

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice Overlay] [ad#Juice 300 x 250][ad#Cpx Popunder]