REGGIO EMILIA, 7 SETT. – Quattro pakistani tra i 30 e i 44 anni intossicati dal monossido di carbonio nel reggiano per il cattivo funzionamento di un narghile’, dal quale fumavano.

All’interno della “bottiglia” collegata alla spirale, era stato posizionato uno straccio che avrebbe dovuto fungere da filtro, e che invece avrebbe causato l’intossicazione: mentre tre hanno riportato solo una leggera intossicazione, il quarto e’ finito ricoverato a Fidenza in camera iperbarica.

E’ successo in una abitazione della frazione Villarotta di Luzzara (Re): sul posto, sono intervenuti i carabinieri di Gualtieri e di Luzzara, oltre ai sanitari del 118. I tre pakistani se la caveranno in pochi giorni, mentre per il quarto la prognosi e’ riservata, anche se le condizioni non sarebbero particolarmente gravi.

AGI

[ad#Juice Banner][ad#Juice Overlay]