BOLOGNA, 2 SETT Lo scorso aprile, grazie alla prontezza del gioielliere, sventò una rapina al negozio ‘Bugugnoli’ di via Montegrappa. Allora il titolare aveva reagito mettendo in fuga il malvivente. L’autore del ‘blitz’ era stato poi identificato e denunciato dalla polizia il mese successivo

[ad#Cpx 300 x 250]Ieri sera il secondo assalto alla gioielleria di via Montegrappa. Due banditi, un uomo e una donna, armati di pistola semiautomatica, sono entrati nel negozio camuffandosi da normali clienti e hanno chiesto cortesemente al titolare di visionari alcuni gioielli. L’orefice, un quarantanovenne originario di Milano e residente in citta’, ha messo i monili sul bancone ma, si è immediatamente insospettito quando ha visto che l’uomo indossava dei guanti. Pochi istanti dopo il finto cliente ha infatti svelato il suo piano criminale: ha estratto una pistola e l’ha puntata addosso al commerciante, che ha reagito con decisione afferrando l’arma per la canna e facendola cadere a terra.

Nel frattempo e’ anche riuscito a fermare la complice che, dopo avere preso alcuni monili dal bancone, stava cercando di raggiungere la cassaforte, che era aperta. Il gioielliere le ha bloccato il braccio, impedendole di mettere le mani all’interno. A quel punto i due banditi, probabilmente sorpresi dalla reazione funesta dell’orefice, si sono allontanati. Dopo avere aperto la porta di sicurezza, sono scappati a piedi lungo via de’ Gessi con i monili presi dalla donna (per un valore di circa 40mila euro), ma lasciando a terra la pistola.

L’arma, recuperata e sequestrata dalla polizia, era autentica: una semiautomatica con matricola abrasa, ma senza proiettili e dunque inoffensiva. L’episodio è al vaglio degli esperti della squadra Mobile di Bologna

Redazione via Ansa e RestodelCarlino

[ad#Juice Banner][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]