BOLOGNA, 23 AGO. – La notizia pubblicata sugli organi di stampa che la società Cup 2000 Spa, quest’anno, non “acquisterà spazi” alla Festa dell’Unità di Bologna è al centro di un’interrogazione del consigliere regionale Galeazzo Bignami (pdl), in cui si ricorda che questa società è “a partecipazione pubblica” e che tra i soci ci sono la Regione Emilia-Romagna, la Provincia di Bologna, l’Ausl di Bologna, l’Azienda ospedaliera universitaria Sant’Orsola-Malpighi, gli Istituti ortopedici Rizzoli e l’Ausl di Imola.

Bignami chiede quindi alla Giunta regionale in quali anni la società Cup 2000 spa abbia acquistato spazi alla Festa dell’Unità di Bologna, a quanto ammonti l’esborso complessivo, diviso per anni, destinato alla partecipazione a questa festa “di carattere politico” e se non si ritenga “inopportuno” che un soggetto affidatario di missioni pubbliche acquisti spazi in una festa di partito “in violazione dei più elementari principi di imparzialità”.

[ad#Juice Banner][ad#Cpx Popunder]