Bologna, 12 Luglio – L’allenatore del Bologna calcio sembra a suo agio. La partenza per il primo ritiro con solo il minimo indispensabile dei giocatori non lo agita. La squadra si farà. Sia Porcedda che Longo lavorano per affidargliene una discreta e quindi pian, piano troverà anche il giusto modo per lavorarci insieme. Colomba sa di essere l’allenatore dei Menarini e non la scelta di Porcedda , me nemmeno questa questione riesce a mettergli il malumore. Bisogna aspettare per vedere cosa succede. Ovviamente ciascuno farà del suo meglio, in primis Porcedda e Longo, ma poi anche Colomba ed i giocatori che pian piano si aggiungeranno al ritiro. Se così non fosse, i rapporti lavorativi potrebbero finire prima ancora che arrivi la paura di doversene andare. Nelle parole del ct si sente un po’ di rammarico per aver dovuto rinunciare ad alcuni giocatori, ma se la società ha deciso di girare pagina forse è meglio così proprio perché per la serie A ci vogliono persone in grado di correre, in forza fisica, con una mente duttile e una grande voglia di vincere.

Mercato: Porcedda promette di acquistare un giovane attaccante che faccia goal e così si pensa ad Acquafresca del Genoa. Rimane un sogno quello di poter avere Giovinco. Per lui bisognerebbe fare i conti con Parma, Udinese, Bari e Olympique Marsiglia. A centrocampo si attende invece la decisione di Diego Perez. Il giocatore deve scegliere fra Italia e Spagna. Alternativa in centrocampo potrebbero essere: Edgar Barreto o Juan Surraco. Per la difesa Morley e Gabionetta ..

Buone notizie: oggi arrivano Esposito, Siligardi e Lupatelli.

Alessandra Solmi

[ad#Juice Banner][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Banner]