BOLOGNA, 30 GIU. – In attesa del passaggio di proprietà, la situazione mercato del Bologna FC è in stallo.

L’acquisto di una società di calcio è un investimento ad alto rischio, ed è quindi bene valutarne tutti gli aspetti. E’ sicuramente ciò che avrà pensato l’imprenditore sardo Sergio Porcedda, che sarebbe in procinto di diventare il nuovo patron dei rossoblu (condizionale d’obbligo visto i precedenti, Taci e Tacopina).

Il prossimo presidente del Bologna si sta prendendo tutto il tempo necessario, lasciando però i tifosi in trepidazione, con le bocche piene di nomi, anche di livello,come il terzino messicano Salcido o il romanista Brighi, pupillo proprio di Porcedda, ma senza nulla di concreto ancora realizzato.

E’ vero anche che la nuova dirigenza sta lavorando sotto coperta per la riduzione del monte ingaggi, vanno lette in quest’ottica infatti la richiesta al bomber Di Vaio di spalmarsi l’ingaggio e la linea del prossimo mercato delineata dal nuovo ds rossoblu, Carmine Longo, che prevede l’ingaggio di giovani e giocatori affermati di seconda fascia.

Dato questo mercato, ancora inesistente, è sicuro che l’11 Luglio Colomba troverà molti primavera nel pullman che condurrà l’embrione del nuovo Bologna verso il ritiro di Andalo.

Alfonso Fontana