BOLOGNA, 25 GIU. – Se i giovani non vanno in chiesa. È la Chiesa, allora, ad avvicinarsi ai giovani. Sembra questo il sentimento alla base dell’iniziativa che si svolgerà sabato 27 in 11 luoghi di culto del centro cittadino. A spiegarlo è un bollettino parrocchiale: “Andare dove sono i giovani per poterli chiamare, usando un linguaggio da loro comprensibile. Vedendo che soprattutto di notte le strade del centro cittadino sono gremite di giovani, vogliamo tentare di rivolgerci a loro in quelle ore. È nata così l’idea dei concerti notturni”.

Il programma è denso. Coinvolge la chiesa di Santi Bartolomeo e Gaetano, la cattedrale di Sa Pietro, la basilica di San Petronio, il santuario e l’oratorio di Santa Maria della Vita, il tempio di san Giacomo Maggiore, l’oratorio di Santa Cecilia, la chiesa di San Michele de’Leprosetti, la chiesa di San Nicolò, l’oratorio di San Donato e quello di santa Maria dei Guarini.

Alle 18,30 un pre-serata con la celebrazione della Santa Messa nella chiesa di Santi Bartolomeo e Gaetano con visita guidata alle 20,30 e un concerto in piazza Ravegnana. Dalle 21 alle 24 sarà possibile entrare in tutti gli altri luoghi di culto liberamente. Ci saranno dei percorsi creati da ceri accesi dietro le vetrine dei negozi che partecipano alla notte bianca. Concerti e visite guidate gratuite in ogni location. E la possibilità di salire sul campanile della cattedrale.

Rita Parrella