Fortitudo Bologna Bologna, 15 Giugno Partita al cardiopalma. Solo per chi non soffre di cuore. Dopo aver perso gara 3 in casa ed essere giunta sul 2 a 1 la Fortitudo Bologna se la vedeva veramente brutta.

Forlì aveva in mano il match ball. Vincere ed essere promossa in LegaDue proprio in casa Fortitudo sarebbe stato un colpaccio. Uno smacco tremendo. I tifosi fortitudini non avrebbero mai potuto sopportare una tale offesa.

Il clima, come si sa, fra Bologna e Forlì e di quelli molto tesi. Dopo Gara 3 un tifoso Fortitudo è stato arrestato e per la finalissima a Forlì, in programma per questo mercoledì, le forze schierate saranno immani. Tutti sanno l’importanza che ha la partita e tutti conoscono bene le due tifoserie.

Finelli, coach Fortitudo, ha invitato tutti a Forlì per mercoledì, ha richiesto espressamente di avere i suoi tifosi per incitare i giocatori e fargli vivere ciò che si meritano ovvero una partita con l’adrenalina a 1000, un partita con tutto il tifo possibile ed immaginabile. E beh si sa… i tifosi Fortitudo sono unici nel loro genere, non c’è da meravigliarsi che Finelli chieda loro aiuto. Nel dopopartita dichiara: “Stasera ho visto grande intensità, energia e concretezza, tutti hanno risposto nel modo giusto con la giusta carica emotiva. I primi 25-26 minuti di due giorni fa lo erano già stati, ora siamo riusciti a farne 40.”

C’è inoltre da aggiungere che le due squadre si conoscono benissimo, si sono affrontate un sacco di volte durante l’anno ed ormai preferirebbero non vedersi più.

La Fortitudo arriva a mercoledì con una partita quasi perfetta e dopo aver battuto Forlì per 85 a 69. La rabbia è trasformata in carica positiva e capacità di rimonta. Grazie a Lamma e a Malaventura la squadra bolognese si porta sin dall’inizio sul 21 a 1. Le due squadre arrivano ad avere un distacco di 23 punti a favore di Bologna. Forlì non entra mai in partita, non fa paura. [ad#Juice Overlay]

Si gioca tutto in Gara 5. Bisogna solo aspettare mercoledì!

Alessandra Solmi