Renzo e Francesca MenariniBOLOGNA, 12 GIU. – La trattativa instaurata tra il Barclay’s Fund e la presidenza Menarini presenta dei lati oscuri che rendono ancora incerto l’esito dell’affare. Gli uomini mercato del fondo inglese hanno chiesto ai signori Cogei delucidazioni in merito ad alcuni dettagli della trattativa: in primo luogo il Geometra dovrò decidere se sborsare la quota di 26 mln di euro pattuita nell’ultimo contatto milanese, inoltre chiedono alla famiglia proprietaria del Bologna anche una lettera di manleva.

Nello specifico si tratta di una scrittura privata nella quale, qualora la trattativa andasse a buon fine, i Menarini dovrebbero farsi carico di tutte le esposizioni economiche non previste – causa pendente tra il Bologna e l’ex sponsor Joe Marmellata – dopo la lettura e l’esame dei bilanci e delle fatture.

In tal senso, anche la permanenza con il 20% della quota societaria da parte dei Menarini potrebbe essere vista come una “garanzia” di legalità e trasparenza.

Redazione Sportiva