BOLOGNA, 11 GIU. – Giro di vite per i fracassoni della notte e “multe per chi non riesce a garantire il controllo del territorio”. Rigide le istruzioni del Comune ai quartieri: le associazioni che vogliono organizzare una festa nel centro storico saranno responsabilità anche del “dopo-festa“. “

Non vogliamo che manifestazioni che chiudono a mezzanotte facciano da traino a bivacchi che durano fino all’alba”, dice il subcommissario alla sicurezza Matteo Piantedosi. “Il principio guida è quello della prevenzione. Non vogliamo fare processi alle intenzioni, né impedire che la vita notturna di Bologna sia animata – spiega Piantedosi – ma dobbiamo fare di tutto per evitare che chi sta fuori di notte, disturbi chi di notte vuole altrettanto legittimamente dormire. Bisogna salvaguardare la normale vivibilità delle strade”.

Cristina Reggini