Operazione Green MoneyPARMA, 11 GIU. – Le indagini, iniziate qualche mese, per verificare la correttezza degli appalti per la realizzazione di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria del verde pubblico della città, hanno portato all’arresto per corruzione di quattro persone. A finire in manette, per il pagamento di tangenti di diverse migliaia di euro, un funzionario Enìa e tre imprenditori: Nunzio Tannoia (funzionario Enìa), Alessandro Forni, Francesco Borriello e Gian Luca Allodi.

L’operazione “Green Money”, avviata dalle Fiamme Gialle di Parma e coordinate dal pm Paola Dal Monte, grazie ad indagini tecniche e perquisizioni in città e provincia, ha permesso di raccogliere prove su numerosi episodi di corruzione, relativi ad opere di manutenzione del verde pubblico, che venivano assegnate dietro pagamento di tangenti a imprenditori locali compiacenti, per importi di diverse migliaia di euro.[ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

Cristina Reggini