Fortitudo BolognaForlì, 9 Giugno La Fortitudo vuole vincere. Ha fame e non si accontenta delle briciole. La finale per la promozione in LegaDue parte proprio con il piede giusto.

Il team dell’Aquila, diretto da Alex Finelli, batte Forlì per 55 a 64 pur giocando fuori casa. La squadra si è dimostrata decisa, preparata sia fisicamente che mentalmente, con grande cuore e con grande voglia di vincere. Per quasi tutta la partita ogni giocatore non ha mai abbandonato la concentrazione mentale. L’arbitro ha fatto di tutto per togliere la concentrazione ai giocatori di Finelli ma questi non hanno dato importanza a qualche fischiata fuori luogo. La Fortitudo è stata in vantaggio per ben quaranta minuti. La sua chiave vincente è da ricercare inoltre nella tenuta difensiva

Per quanto riguarda il resoconto della partita: la Fortitudo Bologna è volata a +10 nel primo tempo grazie a Malaventura che ha realizzato ben tre triple nel primo quarto.

Poi la fortuna gira, un fallo tecnico biancoblù causato da una rimessa invertita fa in modo che Forlì possa rientrare in partita tanto che all’intervallo, Forlì è solamente a -4 .

Pausa, riposo e poi si riprende.

Nella ripresa, Gigena lancia nuovamente avanti l’Aquila e i tifosi iniziano a tirare un filo di sollievo per poi tornare subito dopo con il fiato sospeso però a causa dell’uscita del giocatore per via dei cinque falli commessi.

Forlì torna quindi a meno quattro e fa di nuovo paura.

Nessuno aveva ancora fatto i conti con l’ottima forma di Davide Lamma. Nell’ultimo quarto il giocatore biancoblù primeggia e dà la stoccata definitiva piazzando quattro punti massacranti.

Definitiva è poi la tripla a canestro del fantastico Gigena.

Suona finalmente il gong e la Fortitudo è sull’1 a 0 con Forlì, i tifosi festeggiano ma non troppo … si attende infatti il prossimo scontro!

TABELLINO INCONTRO

Vemsistemi-Amori: 55-64 di cui i parziali : (13-19, 28-32, 41-49) Venisistemi: Farioli 11, Tommasini, Tassinari 8, Poletti 12, Villani 7, Frassineti 3, Ravaioli ne, Masciadri 7, Servadei ne, Forray 7. All: Di Lorenzo.

Amori: Muro 5, Malaventura 16, Borra ne, Cittadini 6, Gigena 13, Lamma 10, Genovese 3, Quaglia 8, Sorrentino 3, Micevic. All: Finelli.

Alessandra Solmi