Ragazzo ricattato da preteBOLOGNA, 4 MAGGIO – Un ragazzo rumeno di 18 anni è stato fermato dalla Polizia di Bologna con l’accusa di estorsione e tentata estorsione ai danni di un prete di 69anni.

Il ragazzo aveva avuto rapporti sessuali con il prete ed avendo girato un film durante uno di questi rapporti, ha deciso di ricattarlo, minacciando di rendere pubblico il filmato. Il giovane rumeno, aiutato dal padre e dalla sua compagna, è riuscito ad estorcere 2mila euro al prete.

[ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Juice 120 x 60]Ma alle successive richieste di pagamento, il sacerdote ha deciso di recarsi dai carabinieri e denunciare l’accaduto. A metà febbraio dopo alcuni mesi di indagini, intercettazioni telefoniche e il sequestro del filmato, per il ragazzo è arrivato un provvedimento di custodia cautelare del Tribunale per i Minorenni di Bologna, chiesto dal pm Eufemia Milelli, considerando che il ragazzo aveva 17anni ai tempi dell’accaduto.

I fatti, secondo la ricostruzione della polizia, sono avvenuti in una chiesa del centro di Bologna, dove si svolgono attività assistenziali rivolte a minori, immigrati e famiglie in difficoltà, in questo contesto il religioso avrebbe conosciuto il romeno. Il filmato ha tolto ogni dubbio, non si trattava di abusi, il ragazzo era consenziente. Con la stessa accusa di estorsione sono indagati anche il padre del ragazzo e la sua compagna.

Stefania Cugnetto