Emiliano VivianoBologna, 1 GIUGNO E’ stato senza ombra di dubbio il fiore all’occhiello della tormentata stagione rossoblù: Emiliano Viviano, protagonista di una stagione super, è ora richiesto da molte “big”, tra cui la Sampdoria, che disputerà i preliminari di Champions, e la Fiorentina, sua squadra del cuore. Intervistato da Corriere.it, il portiere di Fiesole non ha nascosto di essere un grande tifoso della Viola, ma ha anche dichiarato il suo attaccamento al Bologna ed alla città: « Se arriva un’offerta importante, per il bene di tutti, si accetterà. Ma io non ho alcun problema a rimanere a Bologna, questo vorrei che fosse chiaro: non faccio la guerra per andare via. Poi le dico che lasciare Bologna non è mica facile. Io sono uno che si affeziona alle persone e qui mi sono trovato da Dio: una bella città, un pubblico favoloso, un gruppo fantastico».

Sull’annata del Bologna e sul futuro dei rossoblù, Viviano ha aggiunto: « La spina dorsale della squadra andrebbe mantenuta intatta. Comunque anche la scorsa estate la situazione era simile e poi si è allestita una squadra fantastica. Se con due cessioni riesci a fare il mercato, va bene. Qui a Bologna si potrebbe fare grande calcio, ma bisognerebbe avere soldi».

Ambizioso e determinato, il portiere ha commentato anche la recente nomina di Cesare Prandelli a commissario tecnico della Nazionale per l’era post-Lippi, dichiarando di voler lavorare duramente per ritagliarsi uno spazio nel gruppo azzurro del futuro.

Teo Meriggi