Movida Bologna: gestori locali uniti contro il Commisario CancellieriBOLOGNA, 12 MAGGIO Non spetta ai gestori dei locali vigilare sui comportamenti del loro clienti ‘fracassoni’: quindi sono illegittime le azioni richieste dal Comune di Bologna per tenere a bada la “movida”. Con questa tesi i locali della notte citano ora in giudizio Palazzo D’Accursio, proprio nei giorni in cui il commissario straordinario Anna Maria Cancellieri sta riflettendo su un ulteriore giro di vite sui locali in funzione antidegrado.

In attesa di capire a che ora Palazzo D’Accursio abbassera’ l’asticella della chiusura (“Troppo tardi le tre del mattino”, ha sentenziato nei giorni scorsi Cancellieri), la partita si trasferisce dunque in Tribunale, dove e’ gia’ stato presentato l’atto di citazione messo a punto dall’avvocato Federico Gualandi per conto di Osvaldo Caracciolo del “Capitan Achab”, noto locale del Pratello, e di un altro gestore (“ma non del Pratello”). IlRestodelCarlino[ad#Juice Overlay]

[ad#Juice 120 x 60]SINDACATI CHIEDONO SPIEGAZIONI ALL’ATC

I sindacati hanno chiesto ad Atc di far partire un indagine sullo stress per i lavoratori. Lo prevede il decreto legge in materia, con la rilevazione che dovrebbe partire entro il primo agosto. Diverse sigle hanno scritto all’azienda per chiedere il rispetto della norma, mentre la Cgil ha proposto l’attivazione di un tavolo con Ausl e Comitato utenti. Uiltrasporti ha promosso per venerdì un incontro con la stampa, per chiarire sue posizioni. Anche il Comitato consultivo utente di Atc ha scritto – questa volta ai partiti e al commissario, per chiedere che la fase di transizione politica non comporti ritardi nell’ammodernamento dei servizi di trasporto pubblico. RadioCittàdelCapo

[ad#Juice 120 x 60]GIOVEDI CAOS IN CITTà: AUTOBUS E AEREI KO

Scioperi in vista, a Bologna, nel settore dei trasporti: giovedì si fermeranno i mezzi pubblici, venerdì l’aeroporto Marconi. Dalle 9,30 alle 14,30 di giovedì 13 maggio i lavoratori dell’Atc incroceranno nuovamente le braccia per protestare contro il bando di gara per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale. I vertici dell’azienda hanno comunicato che in queste 5 ore di sciopero saranno garantite sole le corse dal capolinea centrale verso laperiferia e viceversa, in partenza fino alle 9,15. Tutti gli altri collegamenti urbani, suburbani e extraurbani, non saranno garantiti.

Venerdì invece toccherà all’aeroporto Marconi di Bologna dove dalle 10 alle 18 si fermerà il personale che si occupa del carico e scarico dei bagagli. Otto ore di difficoltà per i passeggeri già messi a dura prova dai disagi causati dal vulcano islandese. Telesanterno.

Rassegna Stampa

[ad#Cpx 300 x 250]