Lottomatica Roma - Canadian Solar BolognaROMA, 12 MAGGIO – La Procura della Federbasket vuole vederci chiaro sull’andamento della partita di sabato 8 maggio tra Lottomatica Roma e Canadian Solar Bologna. «In ordine alle dichiarazioni comparse su alcuni quotidiani sportivi all’esito della gara dell’8/5/2010 tra Lottomatica Roma e Canadian Solar Virtus Bologna – si legge nella nota della Fip – il Procuratore Federale, avv. Roberto Alabiso, ha richiamato a sé l’intera rassegna stampa odierna e il video della partita per un’attenta valutazione di eventuali violazioni regolamentari commesse da tesserati o soggetti riconducibili, comunque, a società affiliate».

[ad#Juice 120 x 60]La scelta del coach della Canadian Solar Bologna Lino Lardo di schierare nel momento chiave della sfida quattro under 19 contemporeanamente, dopo trenta minuti di partita discreta e in sostanziale equilibrio, ha lasciato subito perplessi addetti ai lavori e pubblico indispettito. La Virtus bolognese è scesa a Roma priva di Moss e Vukcevic, di conseguenza con le rotazioni ridotte, ma perché lasciare seduti in panchina nei 5’ finali giocatori del calibro di Collins, Jackson, Fajardo e Maggioli? Come ingiustificabile è la scena finale del rimprovero soft di Lardo al solito e solido stoppatore Sanikidze, che ha fermato il terzo tempo dell’esordiente Marchetti. L’eventuale canestro del giovane romano avrebbe fatto scavalcare la fatidica soglia dei venti punti di scarto (all’andata Bologna vinse di 20) con il conseguente sorpasso in classifica della Lottomatica ai danni della stessa Canadian Solar. Bologna sarebbe scesa dal quinto al sesto posto in classifica, che significa evitare lo spauracchio Siena in un’eventuale semifinale play-off.

[ad#Juice 120 x 60]A conferma che si trattava di una strategia e non di una casualità sono arrivate le parole rilasciate da Claudio Sabatini sugli organi di stampa. Secondo il patron felsineo «scegliersi l’avversario è una strategia societaria» e «quando Sanikidze ha stoppato il tiro del meno 21 non volevo crederci. Posso accettare tutto, ma perdere di 19 no, è da sciocchi». Sabatini avrebbe messo in discussione anche la conduzione tecnica di Lino Lardo, che diventa l’anello debole della vicenda.

[ad#Edintorni 120 x 240]E la Lottomatica? Roma ha giocato la sua partita, certo se avesse dato fondo a tutte le proprie risorse tecniche avrebbe agevolmente superato i venti punti di scarto visto il quintetto schierato da Bologna. Matteo Boniciolli già nella conferenza stampa precedente alla sfida aveva decisamente rispedito al mittente ogni calcolo per l’accoppiamento play-off. «Datemi subito Siena» sono state le sue parole per sgombrare il parquet da malintesi. Nel post-partita il tecnico triestino ha ribadito la propria posizione: «Sarei stato felice se non avessero stoppato Marchetti alla fine. Sbaglia chi pensa che non sarei stato contento se avessimo vinto di 21, ho giocato per vincere di 21 punti. Ora vado a Caserta per vincere e se incontro Siena già in semifinale sarò contento, visto che sono praticamente l’unico che finora riesce a batterla».

IlMessaggero.it

[ad#Cpx 300 x 250]