BOLOGNA, 30 APR. – Prosegue a ritmo incessante l’indagine sul tragico incidente stradale che l’altra sera, all’incrocio tra via Corticella-Giuriolo, è costato la vita a una donna. Secondo quanto riporta il Corriere Bologna, c’è un preciso istante in cui i semafori passano dai tre colori al giallo lampeggiante. E l’incidente potrebbe essere avvenuto proprio in quel preciso momento. La Procura vuole verificare come avviene il passaggio dal colore al lampeggio. Il pm Valter Giovannini ha anche affidato una consulenza cinematica per ricostruire la dinamica dell’incidente. Uno scontro tra una Golf e un motociclo, su cui c’era la donna – Anna Donuta Tabarka, cittadina polacca da anni abitante a Bologna – che provenivano dalle due diverse vie. (Corriere.it)

Pietro Grasso a Bologna: “Bisogna mantenere le intercettazioni”

Il Procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso, interviene nel dibattito e nelle polemiche che riguardano il ddl sulle intercettazioni telefoniche e ambientali in discussione in Senato. Lo ha fatto con decisione, nel corso del convegno che stamattina si è svolto all’Archiginnasio sui temi della gestione dei rifiuti, “tra realtà industriale ed ecomafia”. “Occorre ormai sostituire la definizione di ecomafie con quella di criminalità ambientale e di profitto – ha detto Grasso -, perché nel sistema della gestione imprenditoriale dei rifiuti in Italia i soggetti protagonisti sono sempre di più le imprese legali, gli operatori del settore, le aziende di trasporti, molti dirigenti delle istituzioni che fanno dell’illegalità la regola ispiratrice della loro condotta”. (Rcdc.it)

Redazione

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Juice 300 x 250][ad#Juice Overlay]