FIRENZE 29 APR. E’ stato scritto con un pennarello, rigorosamente rosso: “Non pedala più”. Sotto la frase, la stella a cinque punte e la sigla BR, Brigate Rosse.

E’ successo alla Facoltà di Scienze Politiche di Firenze, al polo di Novoli. Il manifesto su cui è apparsa la scritta pubblicizzava un convegno sui lavoratori: “I lavoratori alla prova di flessibilità: da Gino Giugni a Marco Biagi”.

La frase si riferisce all’abitudine del giuslavorista bolognese di spostarsi in bicicletta, come la sera del 19 Marzo 2002, mentre rientrava nella sua casa di via Valdonica, quando alcuni militanti delle Nuove Brigate Rosse lo hanno ucciso con quattro colpi di arma da fuoco. Saranno i colpevoli stessi ad ammettere, dopo l’arresto, di aver deciso di colpire proprio Biagi perché era, al contempo, molto in vista e poco protetto: al professore non venne infatti concessa una scorta.

Il convegno sui lavoratori promosso dal manifesto in questione, è stato organizzato da Studenti per la libertà, un movimento giovanile universitario che risponde all’attuale Partito della Libertà, che insieme al Consigliere Regionale Tommaso Villa (Pdl), esortano “sia i Presidi delle facoltà del Polo che il Rettore Alberto Tesi” a risolvere immediatamente il problema per ristabilire “un clima sereno nelle aule del nostro Ateneo, affinché si possa garantire all’Università di essere davvero un luogo deputato al libero confronto”. Non hanno la minima intenzione di spostare o di cancellare il convegno, previsto per il prossimo 5 Maggio.

“Faremo il nostro convegno. Sara’ una giornata di approfondimento e di dibattito senza nessuna strumentalizzazione politica. Chi ha perso la vita per riformare il nostro Paese lo ha fatto senza nessun colore politico”

Parla di un “inquietante clima d’odio”, Villa, e richiama l’attenzione dell’Ateneo di Firenze sulla questione.

La Digos di Firenze sta attualmente svolgendo delle indagini al riguardo, dopo aver sequestrato il manifesto incriminato.

Diletta Sarzanini

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Zanox 300 x 250]

[ad#Juice Overlay]