Bologna, 27 aprile – Ha ucciso la suocera con diverse coltellate e poi ha telefonato al marito spiegandogli l’accaduto. Ma quando l’uomo è arrivato, lei lo ha aggredito con lo stesso coltello, ferendolo al torace. E’ successo questa mattina alle 10, in via Belle Arti, dove Bruna Mantovani, 51 anni, ha ucciso la suocera convivente Wanda Eraldi, 85enne, e ha accoltellato il marito Leandro Ventura, 62 anni, maschera del cinema Odeon di via Mascarella.

L’uomo, ferito al torace e all’addome è stato ricoverato all’Ospedale Maggiore e non è in pericolo di vita. I vicini di casa hanno allertato polizia e carabinieri, dopo aver sentito le urla provenire dall’appartamento. Le forze dell’ordine si sono trovate davanti uno scenario agghiacciante: l’anziana morta e l’uomo riverso in un bagno di sangue. Bruna Mantovani è stata arrestata e viene tenuta in custodia al Sant’Orsola. Entrambi i coniugi, che hannop un figlio di 30 anni, hanno lavorato come mascherine per il cinema Odeon e per il cinema Arlecchino.

Teo Meriggi

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Edintorni 300 x 250]

[ad#Juice Overlay]