IMOLA, 27 APRILE – La vendetta politica potrebbe essere all’origine della bomba trovata ieri davanti alla vetrina del laboratorio ‘Cherry Tattoo’ di Imola. Il compagno della titolare, il 33enne Luigi Guerzoni, esponente del partito di Forza Nuova e componente della band nazi-rock ‘Legittima offesa’, ha avuto in passato scontri con esponenti di estrema sinistra, che secondo gli inquirenti potrebbero essere alla base del tentato attentato di ieri. La bomba, rimossa dagli artificieri, era stata assemblata artigianalmente, ma da mani esperte: tre bombe carta collegate a una miccia che però si è spenta prima di innescare la scoppio. La magistratura ha aperto un’inchiesta contro ignoti.

Carolina Braina

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Edintorni 300 x 250]

[ad#Juice Overlay]