Bologna, 22 apr. – Sono stati eseguiti all’Ospedale Bellaria di Bologna i primi quattro interventi per tumore al seno con radioterapia intraoperatoria su quattro donne, rispettivamente, di 37, 46, e due di 48 anni. Grazie al nuovo acceleratore per la radioterapia intraoperatoria (IORT) e’ stato possibile, per la prima volta nel capoluogo emiliano, effettuare il trattamento radioterapico direttamente nel corso dell’intervento chirurgico.

Il nuovo acceleratore, installato presso il blocco operatorio del Padiglione D dell’Ospedale Bellaria, consente di effettuare trattamenti di radioterapia al seno attraverso l’emissione di fasci radianti di elettroni ad alta energia. L’apparecchio, progettato per l’utilizzo durante l’intervento chirurgico, garantisce una elevata efficacia terapeutica anticipando, di fatto, l’avvio del trattamento radioterapico. La radioterapia, che tradizionalmente viene effettuata dopo l’intervento chirurgico, con questa tecnologia e’ assicurata direttamente in sala operatoria, riducendo sensibilmente i tempi di cura.

L’Ospedale Bellaria e’ tra i quattro ospedali in Emilia Romagna ad utilizzare la radioterapia intraoperatoria, nell’ambito del progetto sull’innovazione nella radioterapia dei tumori della mammella previsto dal Programma Ricerca ed Innovazione della Regione. Il progetto prevede che la IORT, sulla base delle attuali evidenze cliniche, sia per ora applicata solo alle donne al di sotto dei 50 anni con tumore al seno, per le quali e’ previsto un intervento di tipo conservativo. L’estensione alle donne con eta’ superiore ai 50 anni avverra’ successivamente.

Agi

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Juice 300 x 250]

[ad#Juice Overlay]