[ad#Juice Overlay][ad#Juice PopUnder2]

BOLOGNA, 12 APR. – Quarantaseimila e seicento, +10,6% rispetto a dodici mesi prima e costituiscono ormai l’11,6% della popolazione cittadina. Questi i dati dell’ultima rilevazione che riguarda gli stranieri presenti a Bologna.

Il 18% dei giovani fino a 24 anni residenti in città sono stranieri. Quest’ultimi infatti, sono mediamente molto più giovani (32,6 anni l’età media) rispetto alla popolazione bolognese ( 47,4 anni).

Provengono da 151 paesi: si tratta soprattutto di cittadini europei (41,9%) e asiatici (34,8%). Le nazionalità più numerose sono la Romania con 5.796 residenti, le Filippine (4.416 unità), il Bangladesh (4.102), il Marocco (3.259); quinta posizione invece per la Moldova (2.651).

Sfiorano i 5.530, invece, gli stranieri di seconda generazione residenti in città e sono oltre 1.000 (nel 2009) i nati con almeno un genitore straniero.

In città sono quasi 25.000 le famiglie anagrafiche con almeno un componente straniero; di queste circa il 22% coabita con altre famiglie. In aumento le acquisizioni di cittadinanza italiana, anche se si tratta di un fenomeno ancora limitato e recente che spesso avviene per matrimonio.

La Bolognina con 19 stranieri ogni 100 residenti si conferma la zona più multietnica.

Simone Luca Reale

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Juice 300 x 250]