[ad#Juice PopUnder1]

Franco Colomba durante la gara Bologna - LazioBOLOGNA, 12 APR. – Grande partenza per il Bologna nella 34° di ritorno contro la Lazio. Al 12° i rossoblu sono già in vantaggio grazie ad una staffilata di Guana che supera l’incolpevole Muslera.

La Lazio appare stordita e al 16° incassa il raddoppio che arriva da un incornata di Portanova su calcio d’angolo battuto da Adailton.

Il Bologna gioca in scioltezza e sfiora più volte il 3° goal. Prima con Di Vaio con un gran tiro da fuori, 5 minuti dopo invece è Santos mettere paura a Muslera.

Reja capisce che la sua squadra ha bisogno di una svolta. L’allenatore esce un deludente Biava per Rocchi. Mossa azzeccata dal tecnico – ex Napoli – che dimostra una grande capacità di lettura del match. Il tridente, infatti, sveglia dal torpore i biancocelesti che sfiorano il goal con Zarate che dopo un’azione personale coglie il palo. Goal che arriva al 44° con un bel tiro di Mauri che s’insacca sotto l’incrocio dei pali.

La ripresa inizia come era finito il primo tempo, con una Lazio in forcing alla disperata ricerca di un pareggio e un Bologna che tira i remi in barca. Pareggio che arriva al 18° grazie ad una fortunata mischia in area. Dias colpisce la traversa su calcio d’angolo, uno dei calciatori rossoblu tenta di spazzare l’area ma la palla sbatte sullo stesso Dias e si deposita alle spalle di Viviano. La squadra della capitale non si accontenta del pareggio e va alla ricerca del terzo goal. Al 23° è Rocchi che batte sotto misura l’incolpevole Viviano dopo un’incursione del solito Zarate prolungata di Tacco da Brocchi.

Bologna frastornato ed incapace di reagire per riuscire a cambiare l’inerzia della gara che infatti finisce 3 a 2 per i biancolcelesti.

La Lazio mette in cassaforte il 5° risultato utile consecutivo. Per il Bologna, invece, si apre ufficialmente una crisi profonda. 5° sconfitta di seguito.

Sotto le Due Torri, torna l’incubo del finale di stagione 2006, quando la squadra rossoblù guidata da Carletto Mazzone, dopo un avvio più che positivo è retrocessa in seguito allo spareggio con il Parma.

La Classifica si complica e dietro l’Atalanta – attualmente terz’ultima – è a soli 4 punti, quando mancano al termine altre cinque turni.

Il tecnico dei felsinei dichiara ai microfoni di sky: “il nostro problema è più mentale che altro, speriamo di non penare nel finale di campionato. Oggi abbiamo assaporato il sapore della vittoria fino al 43’ del primo tempo – aggiunge – Abbiamo fatto una grande mezz’ora, ma dovevamo mantenere l’atteggiamento giusto anche dopo. Il 2-0 non doveva infastidirci, doveva darci coraggio. Purtroppo la classifica è peggiorata, ma cerchiamo di mantenere intatta la nostra fiducia”.

Simone Luca Reale

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Juice 300 x 250]