Striscia di Cocaina

BOLOGNA, 3 FEB. – Duro colpo inferto dalle forze dell’ordine allo spaccio di cocaina. La mattina del 15 gennaio (gli inquirenti hanno divulgato la notizia solo adesso) un’operazione congiunta della Squadra mobile di Bologna e dei Carabinieri di Milano ha portato al sequestro di 40 kg di cocaina purissima proveniente dal Sudamerica e pronta a rimpinguare il mercato della droga.

Le manette sono scattate per uomo di 35 anni, nato a Locri ma residente in Piemonte, e pare affiliato alla ‘ndrina dei Barbaro di Platì, una delle cosche più temute della ‘ndrangheta calabrese. L’uomo pare operasse in diverse città del nord, soprattutto a Milano.

L’operazione è avvenuta nella zona industriale a nord del capoluogo emiliano. Le forze dell’ordine hanno rinvenuto nel bagagliaio dell’uomo tratto in arresto (e ricercato da numerose procure per associazione mafiosa) un borsone con due chili di droga. Mentre la parte restante dello stupefacente è stata scoperta all’interno di un furgone che sostava in un piazzale poco distante dal luogo dell’arresto.

Continuano così le operazioni antimafia delle forze dell’ordine per cercare di controllare un territorio, quello emiliano, molto appetibile dalle “famiglie” calabresi per i loro traffici illeciti.

Meno di un mese fa la Mobile di Bologna ha arrestato diversi esponenti del clan Bellocco, il cui capocosca Carmelo aveva trasferito famiglia e affari sotto le due Torri nell’estate 2008. Ma per lui erano scattate le manette già nel giugno 2009.

Mentre il nipote di Carmelo, Domenico Bellocco, è stato arrestato domenica scorsa a Roma.

Vincenzo La Camera