Internet ExplorerBOLOGNA, 31 GENN.Google corre ai ripari. Dopo che l’azienda di Mountain View aveva minacciato di abbandonare il potente mercato cinese in seguito agli attacchi inflitti alle sue reti da alcuni hacker cinesi, ora ‘The Big G’ ha deciso che a partire dal 1°marzo 2010 non supporterà più il sistema operativo Internet Explorer 6, considerato il punto debole che ha consentito le infiltrazioni- pirata all’interno degli account Gmail appartenenti ad alcuni dissidenti politici cinesi.

A partire da quella data, quindi, le principali applicazioni facenti capo al più famoso sistema operativo del mondo non saranno più funzionanti con IE6. Si comincerà gradualmente, a partire da Google Docs e Google Sites, per poi continuare lo smantellamento con tutte le altre.

Quello che sta accadendo non è una novità. Dopo gli attacchi ai danni di Gmail, come qualcuno potrà ricordare, i governi di Francia e Germania avevano invitato i propri cittadini ad installare ed utilizzare altri browser diversi da quelli di casa Microsoft, almeno fino a quando l’azienda statunitense non avesse rimediato alle falle presenti all’interno del sistema. è curioso notare che, nonostante abbia già nove compleanni alle spalle, Internet Explorer 6 sia ancora il browser preferito dal 20% degli internauti mondiali.

Samantha Chittolina